Unpisi

News del Novembre 2018

L'indice archivio notizie è realizzato in progress, classificando le notizie per gruppi omogenei in relazione all'oggetto trattato e quindi all'ordine cronologico della pubblicazione sul sito



Visualizzare l'elenco di news soltanto per la categoria:
Inammissibile emendamento che permette di esercitare a chi è senza titolo19/11/2018   Inammissibile emendamento che permette di esercitare a chi è senza titolo

Nella manova di bilancio era stato inserito un emendamento individuato come articolo 41-bis che intervenendo sulla legge Lorenzin in tema di professioni sanitarie proponeva, di fatto, una sanatoria. Si spiega che, chi all'entrata in vigore della legge già svolgeva legittimamente un'attività professionale in regime di lavoro dipendente o autonomo e che non ha i titoli previsti per l'iscrizione all'Albo non avendo potuto conseguire l'equivalenza, potrà continuare a svolgere la propria attività lavorativa pur senza la necessità di iscrizione all'Albo.
Ci siamo posti delle domande dopo questo "41bis":
- è possibile esercitare LEGITTIMAMENTE una attività professionale SENZA AVERNE I TITOLI?  Di fatto NO 
- ci possono essere amministrazioni, che hanno in maniera "Errata" dopo il DM 27/01/2000 aver inquadrato profili diversi in quello del Tecnico della Prevenzione? E' POSSIBILE, in questi casi 1) nessuno perderà il lavoro in quanto se l'amministrazione ha compituto un errore d'inquadramento l'amministrazione stessa è tenuta a ricollocare il personale 2) il Ministero della Salute in accordo con le regioni può definire eventuali percorsi di equivalenza che prevederanno percorsi individuali specifici
In nessun caso comunque ne' i Professionisti, in possesso dei titoli previsti e regolarmentati ora anche da ordini ed albi professionali, ne' tanto meno i cittadini con il diritto a prestazioni appropriate, hanno la necessità di ricorrere a sanatorie che permettono per altro un esercizio professionale al di fuori del sistema di controllo previsto.
Con tali convinzioni ci siamo mossi sia come Associazione, attivando i nostri intelocutori politici, sia in maniera congiunta con le altre PPSS, con note di dissenso verso tale emendamento e ciò ha prodotto, auspichiamo anche con il buonsenso di chi fa realmente politica, il primo risultato che indica come “inammissibille” il su citato emendamento Lorefice (M5S) Bocciato dalla Commissione Bilancio. Auspichiamo che tale pronunciamento sia reso quanto prima definitivo.

La legge Lorenzin ha quindi un altro merito ovvero far emergere la criticità di prestazioni erogate, talvolta con amminstrazioni consenzienti (per mancanza di conoscenza normativa o per errate valutazioni) e non raramente anche conniventi che hanno permesso e tutt'oggi permettono l'esercizio di prestazioni intellettuali, così come definite, a personale privo di titolo abilitante.
Se vi sono ulteriori diritti da tutelare e/o affrontare per profili non abilitati all'ercizio della Professione questi dovranno essere affrontati con diversi e successivi procedimenti. 
Tuteliamo prima di tutto la Professione ed i Professionisti che hanno il titolo per esercitarla!

COMUNICATO STAMPA FNO TSRM PSTRP