Unpisi

Ufficio tecnico giuridico

L'Ufficio tecnico giuridico, rappresenta un punto di supporto alle attività professionali ed al mondo del lavoro. Se hai bisogno di chiarimenti, è possibile scrivere a questo servizio per ricevere risposte alle tue domande.  Le domande e le risposte di particolare interesse, con il consenso delle parti, potranno essere pubblicate a vantaggio della condivisa informazione

A seguito delle deliberazioni assunte in seno alla riunione della Segreteria Nazionale del 13 Dicembre 2013 l'Ufficio Tecnico Giuridico dell'Associazione, creato e gestito con alta professionalità e competenza dal Collega Dott. Carlo Oriani, è stato affidato al Collega
Tecnico della Prevenzione Dott. Antonio Fedele Laureato Magistrale in Giurisprudenza abilitato all'esercizio professionale di Avvocato;
il Dott. Fedele  mette a disposizione dell'Associazione e degli Associati le proprie competenze a supporto di quesiti che questi riterrano opportuno approfondire. 

                                                                   scrivi all'ufficio Tecnico Giuridico
                                                                                                      toniofedele@tiscali.it

Domande

05/02/2007
1) Gli organi di vigilanza, di controllo, della Pubblica Amministrazione, ecc., sono tutti gli operatori che effettuano gli interventi ispettivi sul territorio, tra cui sono compresi anche i Tecnici della Prevenzione, oppure chi sono?

2) L’art. 8 D.Lgs n. 507/99, può essere applicato direttamente dai Tecnici della Prevenzione, se durante un’ispezione, accertano l’insussistenza dei requisiti igienici sanitari, ai fini del rilascio dell’autorizzazione sanitaria, in un laboratorio di produzione “panificio”, peraltro privo di documenti autorizzativi?

3) Quando si applica l’art. 8 del D.Lgs 507/99, con provvedimento di chiusura dell’esercizio per l’insussistenza dei requisiti igienici sanitari, ai fini del rilascio dell’autorizzazione sanitaria, non sono previste sanzioni amministrative e/o sequestri per illeciti amministrativi, in quanto ha una funzione preventiva e cautelativa?

4) Caro collega, innanzi tutto un grosso bravo per la tua preziosa attività di consulenza per noi poveri operatori lasciati a noi stessi, in preda a dubbi e incertezze. Quindi dopo averti fatto i complimenti (meritati) ti sottopongo un paio di domande. L'art. 344 del T.U.LL.SS. è ancora vigente ? la mia copia del Rizzati datata Settembre 2003 riporta come ancora in vigore il predetto articolo e stabilisce la sanzione alle violazioni al Regolamento Comunale di Igiene a 103 euro (misura ridotta, terzo del massimo 34,33). Ora non so se sono intervenute modifiche o abrogazioni, so che la legge 3/2003 ha introdotto all'articolo 16 un importo, ai regolamenti comunali e provinciali, che va da 25 a 500 euro. Questa norma abroga di fatto l'art. 344 o no? Inoltre è possibile, da parte del Comune, inasprire eventualmente queste sanzioni con importi diversi da quelli stabiliti dalla norma in vigore. Ti ringrazio in anticipo e ti auguro un buon lavoro


Risposte

» Le nostre risposte ai quesiti 1 - 2 - 3 del 05/02/2007 [ Scarica ]

» Risposta al quesito 4 [ Scarica ]