Area Unità impiantistica e antinfortunistica

 

 

Sicurezza nelle industrie lavorazione legno - Dr.ssa R. Radogna

 

 

 

DECRETO LEGISLATIVO 19 agosto 2005, n.187

Attuazione  della  direttiva  2002/44/CE sulle prescrizioni minime di
sicurezza  e  di  salute  relative  all'esposizione dei lavoratori ai

rischi derivanti da vibrazioni meccaniche

 

 

 

F Approfondimenti tecnici e normativi sul mobbing

 

 

Indagini tecniche delle cause scatenanti il mobbing  

 

 

Flash 

 

Protezione dei lavoratori  contro i rischi da esposizione al rumore

E' entrato in vigore il 14 giugno il provvedimento che determina i requisiti minimi per la protezione dei lavoratori contro i rischi per la salute e la sicurezza derivanti dall'esposizione al rumore durante il lavoro e in particolare per l'udito. Il decreto legislativo stabilisce, tra l'altro, i criteri con i quali il datore di lavoro deve effettuare la valutazione del rischio e quali misure di prevenzione e protezione adottare per eliminare o ridurre al minimo i rumori. Il datore di lavoro, qualora i rischi derivanti dal rumore non possono essere evitati con le misure di prevenzione e protezione, deve inoltre fornire ai lavoratori esposti i dispositivi di protezione individuali per l'udito.

Maggiori e dettagliate informazioni sul sito www.governo.it

---------------------------------

Tutela dalle vibrazioni: nuove norme in arrivo

E' in corso di approvazione un decreto legislativo che, attuando la direttiva 2002/44/Ce, stabilisce norme per la protezione dei lavoratori dalle vibrazioni

Il provvedimento, già approvato dal Governo e ora al vaglio del Parlamento, prevede delle soglie di vibrazioni il cui superamento farà scattare particolari obblighi per il datore di lavoro: qualora vengano superati i "valori di azione" dovranno infatti essere adottate precise misure per la tutela dei lavoratori; in caso di superamento dei "valori limite" di esposizione dovranno essere intraprese le azioni utili a riportare i valori  +al di sotto della soglia stabilita.

---------------------------------

Cinture di sicurezza obbligatorie sui trattori

Dovranno essere fornite di cinture di sicurezza le nuove macchine agricole a rischio ribaltamento. È quanto stabilisce la nuova circolare 11/2005  ministeriale in materia di sicurezza sul lavoro.

Il verificarsi con sempre più frequenza di incidenti che coinvolgono con conseguenze gravi gli operatori addetti alla conduzione dei trattori agricoli, rende necessario riconsiderare il livello di protezione offerto da dette attrezzature rispetto al rischio di ribaltamento, principale causa di infortuni dovuti all'uso di tale mezzo.

Per quanto riguarda i trattori già in circolazione l'adeguamento è rinviato all'emanazione di apposite linee guida Ispesl.

---------------------------------

Professionisti di impianti: da elenco ad Albo

I professionisti e responsabili tecnici per realizzare impianti in campo edilizio dovranno essere iscritti ad un apposito Albo tenuto dalle Camere di commercio. E' quanto prevede il Decreto 24 novembre 2004 del Ministro delle Attività Produttive pubblicato sulla Gazzetta ufficiale del 9 dicembre scorso.

Rientrano nella normativa una serie di impianti tra cui: gli impianti di produzione, di trasporto, di distribuzione e di utilizzazione dell'energia elettrica all'interno degli edifici a partire dal punto di consegna dell'energia fornita dall'ente distributore; gli impianti radiotelevisivi ed elettronici in genere, le antenne e gli impianti di protezione da scariche atmosferiche; gli impianti di riscaldamento e di climatizzazione azionati da fluido liquido, aeriforme, gassoso e di qualsiasi natura o specie; gli impianti di sollevamento di persone o di cose per mezzo di ascensori, di montacarichi, di scale mobili e simili; gli impianti di protezione antincendio.

---------------------------------

Maggiore tutela per il lavoro notturno

La valutazione dello stato di salute dei lavoratori notturni deve avvenire a cura e a spese del datore di lavoro, o per il tramite delle competenti strutture sanitarie pubbliche o del medico competente.

Lo chiarisce la nuova formulazione dell'articolo 14 del d.l. 213/2004, secondo il quale la valutazione deve avvenire attraverso controlli preventivi e periodici, almeno ogni 2 anni, volti a verificare l'assenza di controindicazioni al lavoro notturno a cui sono adibiti i lavoratori stessi.                    

Il mancato rispetto delle disposizioni in questione è punita (ex articolo 18-bis del Dlgs 66/2003) con l'arresto da 3 a 6 mesi o con l'ammenda da 1.549 a 4.131 euro;inoltre è prevista una sanzione amministrativa da 51 a 154 euro, per ogni giorno e per ogni lavoratore adibito al lavoro notturno oltre i limiti previsti, nonché la violazione del limite di 8 ore di lavoro giornaliero.

---------------------------------

01 – c) IGIENE E SICUREZZA SUL LAVORO – ATTUAZIONE ARTICOLO 15 D. LGS 19 SETTEMBRE 1994, N.626 E SUCCESSIVE  MODIFICHE ED INTEGRAZIONI – DISPOSIZIONI SUL PRONTO SOCCORSO AZIENDALE.

 

Sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana n.27 del 3 febbraio 2004 è stato pubblicato il Decreto 15 luglio 2003 n.388 con cui il Ministero della Salute, di concerto con le altre Amministrazioni competenti, ha adottato disposizioni sul pronto soccorso aziendale in attuazione dell’articolo 15 del decreto legislativo 19 settembre 1994 n.626 e successive modifiche ed integrazioni.

P.Iodice

 

Normativa coordinata,

aggiornata e commentata

 

 D.P.R. 27/04/1955 n 547

Norme per prevenzione infortuni sul lavoro

 

 

 D.P.R. 7/01/1956 n 164

Prevenzione infortuni in edilizia

 

 

 D.P.R. 19/03/1956 n 303

Norme generali per l'igiene del lavoro

 

 

 D.Lgs. 15/08/1991 n 277

Rischi chimici

 

 

D.Lgs. 19/09/2004 n 626

Miglioramento sicurezza e salute dei lavoratori

(aggiornato al  10/03/2004)

 

 

D.Lgs. 19/09/1994 n 626

Miglioramento sicurezza e salute dei lavoratori

 

D.Lgs. 19/09/1994 n 626

Miglioramento sicurezza e salute dei lavoratori

(aggiornato con il D.M. 26/02/2004)

 

 

D.P.R. 24/07/1996 n 459

Recepimento direttive CEE riguardo alle macchine

 

 

D.Lgs. 14/08/1996 n 493

Segnaletica di sicurezza

 

 

 D.Lgs. 14/08/1996 n 494

Sicurezza cantieri

 

 

 

    PAGINA IN COSTRUZIONE    

 

Aree di lavoro tdp           Home Page