BILANCIO CONSUNTIVO
UNPISI ANNO 2003

 

Ai sensi dell'articolo 28 dello Statuto UNPISI vigente, è pubblicato su questo sito ufficiale il bilancio consuntivo dell'anno 2003 approvato dalla Segreteria Nazionale.

Tutti coloro che vorranno prenderne visione e/o stamparne copia, possono scaricare il testo, in formato pdf, cliccando sull'immagine che segue

 

 

Testo statuto e regolamento UNPISI

Data di pubblicazione 14 Aprile 2004

 

 

STATUTO UNPISI

 

Approvato dal Consiglio Nazionale

Saronno, 2 aprile 2004

 

 

CAPO I

Norme e principi generali

 

Art. 1 - COSTITUZIONE

1. È costituita l'UNIONE NAZIONALE DEL PERSONALE ISPETTIVO SANITARIO D'ITALIA, organizzazione autonoma e apartitica retta e regolata dalle norme del presente statuto.

2. L`UNIONE NAZIONALE DEL PERSONALE ISPETTIVO SANITARIO D'ITALIA riunisce e rappresenta sul piano nazionale i Tecnici della Prevenzione nell’Ambiente e nei Luoghi di Lavoro di cui al D.M. Sanità n. 58 del 17 gennaio 1997 e successive modificazioni ed integrazioni

3. L'Unione ha uno stemma che raffigura l'Italia di colore bianco su fondo verde che riporta per la sua lunghezza la scritta UNPISI di colore rosso.

 

Art. 2 - SEDE

1. L'U.N.P.I.S.I. ha la propria sede nella città ove risiede il  Presidente e la sede amministrativa della città ove risiede il Segretario Amministrativo.

Il Presidente, subito dopo l'elezione, con propria deliberazione, stabilirà l'esatta ubicazione della sede e ne darà tempestiva pubblicità a tutti i soci a mezzo di comunicato sul giornale dell'Unione e sul sito Web ufficiale dell’UNPISI; contestualmente provvederà al deposito ditale deliberazione ad integrazione dell'atto costitutivo.

 

Art. 3 - SOCI

1. Sono soci il personale di cui all’art. 1, comma 2 o comunque localmente denominati. Le altre persone, categorie od Enti, professionisti, studenti del corso di laurea del Tecnico della Prevenzione nell’Ambiente  e nei Luoghi di Lavoro la cui domanda dovrà essere valutata ed accettata dalla Segreteria  Regionale  e che abbiamo versato fin dall'atto dell'ammissione, la quota di associazione annualmente stabilita dalla Segreteria Nazionale.

2. L'appartenenza all'Unione ha carattere libero e volontario ma impegna gli aderenti al rispetto delle risoluzioni prese dai suoi Organi rappresentativi, secondo le competenze statutarie.

3. L'adesione all'UNPISI è comprovata dal possesso della tessera associativa e si considerano iscritti all'Unione tutti coloro che hanno effettuato il versamento per il rilascio e o rinnovo della tessera per l'anno in corso.

4. La qualità di socio si perde per decesso, dimissioni e per morosità o indegnità. La indegnità verrà sancita dal Consiglio Nazionale e Collegio dei Probiviri in seduta comune.

 

Art. 4 - SCOPI E FINALITA' DELL'UNIONE

1. L'UNPISI ha lo scopo di:

a) Tutelare gli interessi professionali della categoria. La Segreteria Nazionale raccoglie dai dirigenti regionali e dai singoli soci ogni utile indicazione finalizzata ad elaborare proposte contrattuali e professionali da presentare alle OO.SS. ogni qual volta se ne ravveda la necessità. A tal fine possono essere stipulati particolari accordi o convenzioni con associazioni anche a carattere sindacale;

b) Studiare e proporre agli Organismi competenti, compresi quelli legislativi, secondo il punto di vista ed i desideri della categoria, le riforme ritenute necessarie al miglioramento dei servizi  e delle attività caratterizzanti la professione.

c) Promuovere ed assecondare ogni iniziativa, collettiva o singola, tendente a migliorare la preparazione tecnico-professionale del personale rappresentato nonché a conseguire una giusta posizione giuridica;

d) Curare, promuovere e organizzare  tutte le attività culturali e di studio che saranno ritenute opportune ed utili per il potenziamento e per il prestigio della categoria, quali ad esempio: corsi E.C.M. (Educazione Continua in Medicina) ;corsi di preparazione. aggiornamento e perfezionamento; seminari; convegni; conferenze; congressi; dibattiti; mostre scientifiche; inchieste e quanto altro possa essere di interesse per i soci. Per le iniziative sopra espresse e per le attività affini sono legittimati a richiedere l’accreditamento sia per gli eventi che per l’UNPISI, quale provider, il Presidente - legale rappresentante ed in relazione alla referenza e competenza territoriale dei Segretari Regionali e su delega del Presidente ai Segretari Nazionali.

e) Esercitare un'azione di coordinamento e di collegamento nella categoria;

f) Assistere gli iscritti all'Unione nei loro rapporti con le Amministrazioni da cui dipendono ed agire in tutti i campi entro i limiti previsti dello Statuto;

g) Contribuire alla diffusione e conoscenza dei problemi scientifici, tecnici, applicativi e normativi riflettenti i compiti della categoria, tramite il giornale "VIGILANZA IGIENICO-SANITARIA" - periodico ufficiale dell'Unione e sito Web Ufficiale UNPISI oltre che con edizioni, se ritenuto opportuno, di notiziari, bollettini di informazione o simili;

h) Esercitare ogni altra funzione finalizzata al potenziamento ed alla migliore organizzazione della attività professionale degli appartenenti alla categoria rappresentata al fine di garantire alle popolazioni la più efficace ed efficiente tutela della salute pubblica.

i) Sostenere e proporre la cultura di una categoria, nonché il suo riconoscimento, se ne fosse ancora bisogno in alcune realtà marginali, e delle sue capacità di fare salute su ogni fronte.

 

CAPO II

Organi centrali e periferici

 

Art. 5 - ORGANI

1. È rappresentante legale: IL PRESIDENTE.

2. Sono organi deliberativi:

a) L'ASSEMBLEA GENERALE DEI SOCI;

b) IL CONSIGLIO NAZIONALE.

2. Sono organi esecutivi:

a) LA SEGRETERIA NAZIONALE;

b) I COMITATI REGIONALI;

c) I COMITATI PROVINCIALI.

 

Art. 6 - ASSEMBLEA GENERALE DEI SOCI

1. L'Assemblea generale dei soci è costituita da tutti gli iscritti all'UNPISI in regola nel pagamento della quota annua di associazione.

2. L'Assemblea Generale dei Soci è convocata con deliberazione della Segreteria Nazionale almeno ogni tre anni.

3. I soci sono convocati in Assemblea mediante comunicazione scritta da parte del Segretario Amministrativo diretta a ciascun socio almeno 15 giorni prima di quello fissato per l'adunanza  e/o mediante pubblicazione su “La Vigilanza igienico - sanitaria”, periodico ufficiale dell’UNPISI e/o sul sito Web UNPISI dell'avviso di convocazione che deve indicare il giorno, l'ora, il luogo dell'adunanza e l'ordine del giorno in discussione. Nell'avviso di convocazione sarà indicata anche la data e l'ora della eventuale seconda convocazione.

4. Ai lavori dell'assemblea, oltre agli aventi diritto, possono assistere le persone invitate dalla Segreteria Nazionale. Le persone invitate hanno - salvo diversa decisione dell'assemblea - diritto di parola. Le persone invitate non hanno diritto di voto.

5. L'assemblea deve essere, inoltre, convocata se almeno 1/10 (un decimo) degli iscritti ne abbiano fatta motivata richiesta scritta. In questi casi, se la Segreteria Nazionale non delibera la convocazione, tale convocazione può essere ordinata dal Presidente del Tribunale competente territorialmente ove ha la sede - in quel momento - l' UNPISI.

6. Le Assemblee - sia ordinarie che straordinarie - sono valide in prima convocazione quando sia presente la metà più uno degli iscritti. In seconda convocazione, che può aver luogo con un'ora di distacco dalla prima, qualunque sia il numero dei soci presenti.

7. Le deliberazioni sono prese a maggioranza assoluta dei voti. Esse debbono risultare dal verbale sottoscritto dal Presidente e dal Segretario dell'Assemblea.

8. L'Assemblea, sia ordinaria che straordinaria, è presieduta dal presidente dell' UNPISI, in caso di sua assenza od impedimento dal Vicepresidente, in mancanza di entrambi, l’assemblea nomina il  Presidente dell’assemblea.

9. Il Presidente dell'Assemblea nomina un segretario e, propone all’assemblea per l’approvazione, la nomina della Commissione elettorale (presidente e due scrutatori) Spetta al Presidente  della Commissione elettorale  di verificare, per ciascun socio, il diritto al voto e la regolarità delle deleghe sulla base di elenchi degli iscritti a carattere regionale predisposti dal Segretario Amministrativo.

10. Le elezioni delle cariche direttive dovranno sempre aver luogo a scrutinio segreto.

11. Per modificare l'atto costitutivo occorre la presenza della metà più uno degli iscritti ed il voto favorevole di almeno i 2/3 (due terzi) dei presenti.

12. Per deliberare lo scioglimento dell'Associazione e la devoluzione del patrimonio occorre il voto favorevole di almeno i 3/4 (tre quarti) di tutti gli iscritti. L'Assemblea, nel deliberare lo scioglimento dell'Associazione e la devoluzione del patrimonio, provvede alla nomina dei liquidatori, scegliendoli preferibilmente fra i soci, e determina i loro poteri.

 

Art. 7 - ATTRIBUZIONI DELL'ASSEMBLEA GENERALE

1. L'assemblea delibera:

a) Sulla nomina  dei Segretari Nazionali;

b) Sulla nomina dei revisori dei conti, numero tre  effettivi

c) Sulla nomina dei probiviri, numero tre effettivi ;

d) Sulla approvazione e modifiche dell'Atto costitutivo e dello Statuto;

e) Sulle questioni di maggiore importanza per la esistenza e l'attività dell'Associazione e su tutto e quanto altro stabilito per legge o per statuto anche in materie di competenza degli Organi sociali.

 

Art. 8 - CONSIGLIO NAZIONALE

1. Il Consiglio Nazionale dura  in carica tre anni ed i suoi componenti sono rieleggibili.

2. Del Consiglio Nazionale fanno parte il Presidente, il Vicepresidente ed i rimanenti  membri della Segreteria Nazionale i Segretari Regionali dell' UNPISI (commissari e o delegati) e i segretari delle Province Autonome di Trento e di Bolzano.

3. Il Consiglio Nazionale si riunisce presso la sede Ufficiale dell' UNPISI o altra sede quando  il Presidente  lo ritenga opportuno o quando ne sia fatta richiesta dalla Segreteria Nazionale o da almeno un quinto dei componenti il Consiglio stesso.

4. La convocazione è fatta mediante avvisi scritti o  mediante messaggio di posta elettronica ( e-mail) con avviso  di ricezione o fax  diramati dal Presidente (tramite la Segreteria Nazionale Amministrativa) almeno 15 giorni prima di quello fissato per la riunione.

5. Gli avvisi di convocazione debbono contenere l'indicazione del luogo, giorno ed ora della riunione e degli argomenti da trattare. Nell'avviso sarà indicata anche la data e l'ora della eventuale seconda convocazione.

6. Il termine di cui al precedente 4° comma in caso di urgenza potrà essere ridotto a cinque giorni.

7. Le sedute sono valide in prima convocazione quando sia presente la metà più uno dei componenti; in seconda convocazione – anche dopo un’ora dello stesso giorno fissato per la prima – quando sia presente almeno 1/3 (un terzo) dei suddetti componenti. Il Consiglio delibera a maggioranza dei voti stabilendo di volta in volta il sistema di votazione.

8. Il Consiglio Nazionale è presieduto dal Presidente dell' UNPISI, in mancanza dal Vicepresidente, in mancanza di entrambi i componenti il Consiglio intervenuti nominano il presidente dell'adunanza.

9. Il Presidente dell'adunanza nomina in segretario. Delle riunioni si redige verbale firmato dal Presidente e dal Segretario.

 

Art. 9 - COMPITI DEL CONSIGLIO NAZIONALE

1.      Il Consiglio:

a) Dichiara l'indegnità della qualità di socio ed adotta la consequenziale radiazione dell'associato. Tali decisioni vengono deliberate su proposte e dei componenti il Collegio dei Probiviri;

b) Delibera, in caso di necessità ed urgenza, sulle materie attribuite all’Assemblea Generale dei Soci, con eccezione delle decisioni relative alle nomine, modificazioni dell'atto istitutivo e allo scioglimento dell’Unione; Le deliberazioni necessarie ed urgenti per modificare le norme dello STATUTO – che non riguardino le questioni di maggiore importanza per l'esistenza e l'attività dell'associazione che sono di esclusiva competenza dell'Assemblea Generale dei soci - sono adottate sempre, in prima e seconda convocazione, con il voto favorevole di almeno 3/4 (tre quarti) dei componenti il Consiglio. I componenti del Consiglio Nazionale possono esprimere un solo voto per delega. I Segretari Nazionali componenti il Consiglio e che assommano anche le funzioni del Segretario Regionale possono esprimere un solo voto. La delega del rappresentante regionale può essere conferito ad un socio della stessa regione. Le deliberazioni del Consiglio adottate, in caso di necessità ed urgenza, sono sottoposte alla ratifica dell'Assemblea Generale e fissano la data dell’entrata in vigore delle modifiche apportate, le norme transitorie  e l’eventuale data della convocazione dell’ Assemblea Generale.

c) Delibera sugli accordi o convenzioni da stipulare con associazioni anche a carattere

sindacale.

d) Approva il regolamento dell'Unione.

 

 

Art. 10 – SOCIO BENEMERITO

1. L’Assemblea Generale dei Soci, su proposta della Segreteria Nazionale, conferisce il titolo di “socio benemerito” assegnando medaglia d’oro, al socio ovvero soci che, per prestigio, professionalità, hanno portato onore alla categoria.

 

Art. 11 - SEGRETERIA NAZIONALE

1. La Segreteria Nazionale - composta di n. 9 persone - eletta dall'Assemblea Generale, dura in carica tre anni, e sarà convocata per la prima riunione dal Presidente dell’Assemblea.

2. I Segretari Nazionali sono convocati mediante comunicazione scritta ovvero mediante messaggio di posta elettronica (e-mail) ovvero fax in questi  casi dando avviso  ricezione, contenente il giorno, l'ora, il luogo della riunione e l'ordine del giorno in discussione almeno dieci giorni prima di quello fissato per 1'adunanza.

3. Alla prima riunione sono convocati anche il Presidente  ed il Segretario Amministrativo - uscenti - se sono risultati non eletti, per la sola consegna di tutti gli atti relativi all'amministrazione dell'Associazione.

4. La Segreteria Nazionale nel corso della prima riunione sarà presieduta dal Presidente dell' UNPISI uscente ed in mancanza dal Vice Presidente e o dal Segretario Nazionale  più anziano di età dei presenti e conferirà, a scrutinio segreto, ai membri della stessa le seguenti cariche di:

A)    – PRESIDENTE,

B) - VICEPRESIDENTE

      C) - SEGRETARIO AMMINISTRATIVO;

      D) - DIRETTORE  DEL GIORNALE.

      E) – COORDINATORE-RESPONSABILE DEL SITO WEB UFFICIALE DELL’UNPISI

5. La Segreteria Nazionale, in merito alla carica di cui al precedente comma 4°, lett. D), fermo restando la preferenza di affidare la Direzione del Giornale al Presidente o ad un membro della Segreteria stessa, che ne abbia i requisiti, ha il più ampio potere discrezionale nella scelta del Direttore che può essere un componente esterno della Segreteria Nazionale ed anche non iscritto all' UNPISI. In tal caso, il Direttore-Redattore, componente esterno, partecipa alla riunione della Segreteria Nazionale, con diritto di parola ma non di voto.

6. Oltre alle cariche sopra elencate possono essere conferite dalla Segreteria Nazionale, sia ai propri membri che ad altri iscritti all'Unione, speciali incarichi che si rilevassero utili alla vita dell'Unione.

7. La Segreteria Nazionale dura in carica tre anni. In caso di vacanza, di dimissione dei componenti, la Segreteria Nazionale provvede alla sostituzione con il primo dei non eletti.

8. La Segreteria Nazionale si riunisce in via ordinaria possibilmente ogni sei mesi e in via straordinaria, ogni qualvolta il Presidente lo ritenga opportuno o ne venga fatta richiesta da almeno un terzo dei suoi componenti.

9. Le convocazioni della Segreteria Nazionale, successive alla prima riunione, sono fatte dal Presidente.

10. I Segretari nazionali sono convocati mediante comunicazione scritta . o  mediante messaggio di posta elettronica ( e-mail) con avviso  di ricezione o fax  contenente il giorno, l'ora, il luogo delle riunioni e l'ordine del giorno in discussione, almeno dieci giorni prima di quello fissato per l'adunanza. In caso di urgenza, il termine potrà essere ridotto a tre giorni.

11. Per la validità delle decisioni occorre sempre la presenza effettiva della maggioranza dei membri della Segreteria Nazionale ed il voto favorevole della maggioranza dei presenti; in caso di parità, prevale il voto di chi presiede.

12. La riunione è presieduta dal Presidente in sua assenza od impedimento dal Vicepresidente, in assenza di entrambi dal più anziano di età dei presenti. La Segreteria Nazionale decide ogni volta le modalità per quanto riguarda il voto.

13. Delle riunioni della Segreteria Nazionale verrà redatto a cura del componente designato dal Presidente dell'adunanza, verbale sottoscritto da tutti gli intervenuti.

14. Ai lavori della Segreteria Nazionale possono partecipare i componenti del Collegio dei Revisori dei Conti e dei probiviri, i segretari regionali ed altre persone espressamente invitate.

15. I soci che hanno avuto l’incarico di referente nazionale per una o più regioni ed coordinatore-responsabile del sito Web ufficiale dell’UNPISI, e il responsabile dell’Ufficio Giuridico dell’UNPISI partecipano di diritto alle riunioni della Segreteria Nazionale senza diritto di voto.

16. I componenti  del Collegio dei revisori dei conti e dei probiviri, I Segretari Regionali e le altre persone, espressamente invitati alle riunioni della Segreteria Nazionale, partecipano alla discussione senza avere diritto di voto.

17. La Segreteria Nazionale, in ogni momento ed a scrutinio  segreto , può revocare gli incarichi conferiti, provvedendo, ove possibile e se ritenuto necessario alle consequenziali sostituzioni

 

Art. 12 - COMPITI DELLA SEGRETERIA NAZIONALE

1. La Segreteria Nazionale ha i seguenti compiti:

a) Conferire le cariche e gli incarichi di cui all'art. 11;

b) Designare i rappresentanti dell'Unione presso gli Organi politici, amministrativi e tecnici;

c) Compiere tutti gli atti di ordinaria e straordinaria amministrazione, esclusi quelli attribuiti espressamente dallo Statuto al Consiglio Nazionale e all'Assemblea Generale.

La Segreteria Nazionale sentito il Collegio dei Revisori dei Conti, approva il bilancio consuntivo annuale entro e non oltre il 30 Giugno dell’anno successivo e può in caso di necessità ed urgenza ed allorquando ricorre la giusta causa di cui al successivo art. 31, con l'obbligo di sottoporre all'Assemblea Nazionale dei soci nella prima riunione, immediatamente successiva;

d) Esercitare le attribuzioni demandatele dal presente statuto, vigilando presso i Comitati regionali e Provinciali perché osservino scrupolosamente le norme statutarie e le direttive dell'Unione;

e) Delegare i segretari nazionali a compiere visite di carattere organizzativo ed amministrativo presso gli organismi regionali e provinciali per l'assistenza o rappresentanza durante convegni, assemblee ed in qualsiasi altro caso;

f) Stabilire le norme contabili da impartire agli organi centrali e periferici dell'Unione allo scopo di conseguire uniformità di gestione;

g) Determinare i contributi associativi da versare da parte degli iscritti;

h) Compilare il regolamento per il funzionamento dell’Unione da sottoporre all'approvazione del consiglio Nazionale, la cui osservanza è obbligatoria per tutti gli associati;

i) Richiedere l'intervento del Collegio dei Probiviri ove ne ravvisi la necessità e deliberare sui provvedimenti disciplinari proposti dal collegio dei probiviri stesso che non comportino la indegnità e la successiva radiazioni dei soci.

 

Art. 13 – IL PRESIDENTE

1. Il Presidente dell`UNPISI è eletto dalla Segreteria Nazionale.

2. Egli dirige e coordina l'attività dell'Unione, cura l'esecuzione dei deliberati dell'Assemblea Generale dei Soci, del Consiglio Nazionale e della Segreteria Nazionale, nei casi di necessità ed urgenza ed in particolare, quando si verificano le condizioni dell'art. 31 dello Statuto, può esercitare i poteri della Segreteria Nazionale, salvo ratifica

da parte di questa alla prima riunione successiva.

3. Egli rappresenta legalmente l'UNPISI nei confronti di terzi ed in giudizio, fatta eccezione per quanto inerente agli adempimenti di legge in materia tributaria e contributiva in conformità a quanto stabilito nel successivo art. 15, 3° comma;

4. Egli può, con mandati generali e speciali, conferire a uno o più soci la carica di "CONSIGLIERE DEL PRESIDENTE". A detti consiglieri, fatto salvo il rimborso spese, non è dovuto alcun compenso.

5. Egli può, ove lo ritenga opportuno, consultare i soci a domicilio per mezzo di "REFERENDUM".

6. Egli può convocare riunioni di soci a livello regionale ed interregionale.

7. Egli designa i soci che, nella veste di "Commissari Regionali" dovranno indire le elezioni del  Segretario Regionale.

8. Egli provvede alle convocazioni di cui all'art.8 comma 4; art. 11 comma 9 e art. 24 comma 2. Provvede alla nomina del "Delegato Regionale" ai sensi dell'art. 19 , 3° comma ultima parte.

9. Egli può provvedere all'assunzione ed al licenziamento del personale eventualmente

assunto per i servizi dell'Unione.

10. Il Presidente  invia le sue eventuali dimissioni alla Segreteria Nazionale per gli atti

conseguenziali.

 

Art. 14 – IL VICEPRESIDENTE

1. Il  Vicepresidente è eletto dalla Segreteria Nazionale, ha le funzioni di collaboratore diretto del Presidente, in caso di assenza o di impedimento ne esercita le attribuzioni secondo le norme statutarie.

2. Il Vicepresidente, in caso di impedimento del Presidente, rappresenta legalmente l’Associazione nei confronti dei terzi ed in giudizio, con le eccezioni  previste  all’articolo  precedente, comma 3, in materia  tributaria e contributiva

 

Art. 15 - SEGRETARIO AMMINISTRATRIVO

1. Il Segretario Amministrativo dell' UNPISI è eletto dalla Segreteria Nazionale. Egli, subito dopo l'elezione stabilisce l'esatta ubicazione della sede amministrativa, della quale darà tempestiva notizia al Presidente  per l'inserimento nella deliberazione, di cui al punto 2 dell'art. 2 per i conseguenti adempimenti di pubblicità e deposito.

2. Egli cura la contabilità dell' UNPISI della quale svolge anche le funzioni di cassiere.

3. Egli cura tutte le pratiche, predispone e sottoscrive tutta la documentazione richiesta dalle vigenti disposizioni di legge in ordine alla gestione amministrativa dell'associazione, inclusa quella del giornale di cui al successivo art. 29. In caso di qualsiasi controversia o contenzioso tributario che dovessero insorgere per la incompleta, errata e non regolare tenuta della suddetta documentazione, il Segretario Amministrativo ne assume la responsabilità e rappresenta l'UNPISI nei confronti di terzi ed in giudizio, in deroga a quanto prescritto al precedente art. 13 - comma 3.

4. Egli predispone il bilancio consuntivo  da sottopone a verifica da parte dei componenti il Collegio dei Revisori dei Conti nonché all'approvazione della Segreteria Nazionale. A tal fine, egli riceve i rendiconti annuali da parte dei Segretari Regionali.

5. Egli provvede agli adempimenti previsti al punto 9 dell'art. 6 nonché ai punti 2 e 3 del successivo art. 28. Egli amministra ed è custode dei beni che costituiscono, patrimonio dell'Unione. A tale scopo provvede all'inventario.

  

Art. 16 - SEGRETARI NAZIONALI

1. I Segretari Nazionali che non hanno avuto conferite le cariche e gli incarichi di cui al precedente art. 11, collaborano con il Presidente e Vicepresidente

2. I Segretari Nazionali sono direttamente responsabili degli incarichi ricevuti e degli eventuali atti compiuti.

3. Il Segretario Nazionale più anziano di età,  esercita le funzioni del Presidente  e del Vicepresidente dell' UNPISI nel caso di assenza e o di impedimento di entrambi.

 

Art. 17 - ORGANI PERIFERICI

Sono organi periferici dell’UNPISI: I COMITATI REGIONALI ed i COMITATI PROVINCIALI.

 

Art. 18 - COMITATI REGIONALI

1. I Comitati Regionali sono composti: dal Segretario Regionale e dai Segretari Provinciali.

2. Il Comitato Regionale, convocato e presieduto dal Segretario Regionale nomina tra i suoi membri il segretario amministrativo-organizzativo e può conferire altri incarichi in funzione della realtà locale.

3. Il Comitato Regionale si riunisce tutte le volte che il Segretario Regionale lo ritenga opportuno o che ne sia fatta richiesta da almeno metà dei suoi membri. Per quanto attiene le modalità di convocazione e la validità delle deliberazioni si applicano, in quanto compatibili, le norme statutarie dettate per la Segreteria Nazionale.

 

Art. 19 - SEGRETARIO REGIONALE

1. Le Assemblee regionali e o delle Province Autonome di Trento e Bolzano sono deliberate e proclamate dal  Presidente a mezzo nota scritta indirizzata al Segretario Regionale in carica che dovrà provvedere ad indire le elezioni, per la nomina del nuovo Segretario Regionale In caso di  dimissioni, impedimento, inadempienza e decadenza del Segretario Regionale la nomina viene conferita dal Presidente al Segretario Nazionale referente della Regione. L’Assemblea stabilisce, di volta in volta, il sistema di votazione.

2. Qualora, nel termine di 30 giorni dalla suddetta comunicazione e di questa condizione deve essere fatta menzione nella comunicazione medesima, non dovessero pervenire al Presidente il nominativo dell'eletto alla segreteria regionale il Presidente stesso provvederà alla designazione d'ufficio di un "COMMISSARIO REGIONALE" con l'incarico specifico di organizzare l'Assemblea Regionale e di esercitare le funzioni del Segretario Regionale.

3. Entro due mesi dal ricevuto incarico il socio nominato "COMMISSARIO REGIONALE", che deve provvedere ad indire le elezioni a Segretario Regionale, trasmetterà, a mezzo raccomandata con avviso di ricevimento, al Presidente che lo comunicherà alla Segreteria Nazionale, il verbale del risultato delle votazioni. In caso di mancata comunicazione nei termini suddetti, il Presidente, provvede alla nomina di un DELEGATO REGIONALE.

4. I Delegati Regionali rimangono in carica fino alle elezioni del Segretario Regionale fermo restando l'incarico conferito al "Commissario Regionale" di organizzare l'Assemblea regionale.

5. Il Segretario Regionale eletto dura in carica per TRE anni.

6. I Segretari regionali dell' UNPISI fanno parte di diritto del Consiglio Nazionale e rappresentano l'Unione a livello regionale e curano - per la parte di propria competenza -anche l'esecuzione dei deliberati dell'Assemblea Generale dei soci, del Consiglio Nazionale, della Segreteria Nazionale, del  Presidente e dell'Assemblea Regionale.

7. Il Segretario Regionale, quando ricorre la condizione di cui all'art. 21 - 2° comma - designa "IL COMMISSARIO PROVINCIALE"; nomina, quando ricorre, altresì, la condizione di cui all'art. 21 - 3° comma - ultima parte, il "DELEGATO PROVINCIALE".

 

Art. 20 - COMITATI PROVINCIALI

1. I comitati provinciali sono composti dal Segretario Provinciale e da numero minimo di due ad un massimo di sei soci indicati dall'Assemblea Provinciale.

2. Il Comitato Provinciale si riunisce tutte le volte che il Segretario Provinciale lo ritenga necessario.

3. Per quanto attiene le modalità di convocazione e la validità delle deliberazioni del comitato provinciale si applicano - in quanto compatibili - le norme statutarie dettate per la Segreteria Nazionale.

 

Art. 21 - SEGRETARIO PROVINCIALE

1. Le Assemblee provinciali sono deliberate e proclamate dal Segretario Regionale a mezzo raccomandata con avviso di ricevimento indirizzata al Segretario Provinciale in carica che dovrà provvedere ad indire le elezioni, per la nomina del nuovo Segretario Provinciale e dei soci di cui al punto 1) dell'art. 20, componenti il Comitato Provinciale. L’Assemblea stabilisce, di volta in volta, il sistema di votazione.

2. Qualora nel termine di 30 giorni dalla suddetta comunicazione, e di questa condizione deve essere fatta menzione nella medesima comunicazione, non dovesse pervenire al Segretario Regionale il nominativo dell'eletto alla Segreteria Provinciale e dei soci eletti nel Comitato Provinciale, il Segretario Regionale stesso provvederà alla designazione d'ufficio di un "Commissario Provinciale" con l'incarico specifico di organizzare l'Assemblea Provinciale.

3. Entro due mesi dal ricevuto incarico, il socio nominato "Commissario Provinciale" - che deve provvedere ad indire le elezioni a Segretario Provinciale e dei tre soci componenti il Comitato Provinciale, trasmetterà a mezzo raccomandata con avviso di ricevimento, al Segretario Regionale, che lo comunicherà al Presidente, il verbale del risultato delle votazioni. In caso di mancata comunicazione, nei termini suddetti, il Segretario Regionale, potrà provvedere d'ufficio alla nomina di un DELEGATO PROVINCIALE.

4. I Delegati Provinciali rimangono in carica fino all'elezione del Segretario Provinciale e dei tre soci componenti il Comitato Provinciale, fermo restando l'incarico conferito al Commissario Provinciale di organizzare l'Assemblea Provinciale.

5. In caso di dimissioni od impedimento del Segretario Provinciale subentrerà nell'incarico il componente del comitato provinciale più anziano di età.

6. I Segretari Provinciali svolgono funzioni di collegamento tra gli Organi periferici ed i Soci dell'Unione nelle varie province.

 

Art. 22 -RIUNIONI DELLE ASSEMBLEE REGIONALI E PROVINCIALI

1. Per quanto attiene alla convocazione e validità delle deliberazioni delle Assemblee

Regionali e Provinciali si applicano - in quanto compatibili - le norme statutarie.

 

Art. 23 - COLLEGIO DEI REVISORI DEI CONTI

1. Il Collegio dei Revisori dei Conti è formato da tre membri effettivi.

2. L'Assemblea Generale dei Soci nomina i revisori effettivi. Il Collegio è presieduto dal revisore  che ha riportato il maggior numero di voti. Essi durano in carica tre anni e sono rieleggibili.

3. Ai revisori dimissionari o impediti, in modo permanente, subentrano i primi dei non eletti.

4. Il Collegio dei Revisori dei Conti esercita la sorveglianza su tutte le operazioni economiche e finanziarie relative al patrimonio dell'Unione, verifica il bilancio annuale compilato dal Segretario Amministrativo da sottoporre all'approvazione della Segreteria Nazionale.

5. I Revisori dei Conti partecipano alla Segreteria  Nazionale per gli adempimenti previsti e prescritti all’art. 12 punto c) del presente statuto.

6. I componenti del Collegio dei Revisori dei Conti non possono essere Dirigenti dell'Unione o di Organismi periferici.

7. Il Presidente del Collegio convoca volta per volta i componenti per l'espletamento del mandato.

 
Art. 24 - COLLEGIO DEI PROBIVIRI

1. Tutte le eventuali controversie tra i soci e tra questi e l' UNPISI o suoi Organi saranno sottoposte, con esclusione da ogni altra giurisdizione, alla competenza del Collegio dei Probiviri, formato da tre effettivi eletti dall'Assemblea Generale dei Soci. Il Collegio è presieduto dal probiviro  che ha riportato il maggior numero di voti.

2. Il Collegio dei Probiviri dura in carica tre anni ed i suoi componenti sono rieleggibili.

3. Ai probivirii dimissionari o impediti, in modo permanente, subentrano i primi dei non eletti.

4. Il collegio, in caso di necessità,  si convoca autonomamente.

5. Essi giudicheranno ex bono et aequo senza formalità di procedura. Il loro lodo sarà inappellabile con comunicazione al Presidente.

 

Art. 25 - ELEGGIBILITA' ALLE CARICHE SOCIALI

1. Possono essere eletti alle cariche sociali coloro che risultano regolarmente iscritti all'UNPISI. Non possono essere eletti alle cariche sociali dell’UNPISI coloro che risultano iscritti ad altre Associazioni di categoria e/o professionali dei tecnici della prevenzione nell’ambiente e nei luoghi di lavoro ovvero Associazioni di categoria e/o professionali che rappresentano in campo nazionale o locale  il personale  addetto ai servizi di vigilanza ed ispezione, comunque denominato che è inserito nel Servizio Sanitario Nazionale e/o altra struttura pubblica. Tutte le cariche elettive dell'Associazione sono gratuite e possono dar luogo soltanto al rimborso delle spese secondo le norme stabilite dal Regolamento.

2. Ciascun socio è abilitato a votare per sé e per quanti altri lo abbiano delegato.

3. Per quanti non abbiano espresso il proprio diritto di voto o delegato altri a farlo, è abilitato a votare, senza delega, il Segretario Regionale o chi ne fa le veci.

4. L'avente diritto al voto che non vuole esercitare tale diritto e che non ha rilasciato esplicita delega o che non intende tacitamente delegare il proprio Segretario Regionale o chi ne fa le veci, deve inviare una dichiarazione scritta di astensione dal voto al Presidente dell'UNPISI.

5. La convocazione all' Assemblea Generale dei Soci, comprenderà la stesura della eventuale delega completa di numero di protocollo e firma espressa del Segretario Amministrativo.

6. Si rimanda al precedente art. 6 - comma 9 - per quanto concerne la verifica della regolarità delle deleghe;

7. In caso di vacanza di posti nella Segreteria Nazionale per cessazione di taluni di essi, la Segreteria Nazionale provvederà alla sostituzione fino alla successiva Assemblea Generale dei Soci con i primi dei non eletti.

8. Qualora la Segreteria Nazionale si presentasse dimissionaria, il Presidente dell'UNPISI dovrà convocare l'Assemblea Generale, in riunione straordinaria, per l'elezione della nuova segreteria.

 

CAPO III

Amministrazione dell’Unione

 

Art. 26 - PATRIMONIO DELL'UNIONE

1. Il patrimonio dell'Unione è costituito:

a) Dai beni mobili ed immobili per acquisto, lascito, donazioni o comunque per altre cause che vengono in proprietà dell'Unione e che debbono essere regolarmente inventariate;

b) Dalle somme destinate a speciali riserve finché non siano erogate.

2. I suddetti beni sono amministrati dal Segretario Amministrativo che ne è anche custode e che provvede ad inventariarli.

 

Art. 27 - CONTRIBUTI ASSOCIATIVI

1. I contributi associativi sono costituti dalla quota annua di associazione che verrà fissata dalla Segreteria Nazionale. Il 30% (trenta percento) della quota viene trattenuta dal Segretario Regionale, ove esiste o dal Delegato Regionale per le spese di funzionamento degli Organi periferici.

2. Il Segretario Regionale è responsabile dell'impegno di detto contributo del quale rende conto annualmente al Comitato Regionale ed al Segretario Amministrativo. Detti contributi fanno parte integrante del bilancio dell'Unione.

 

Art. 28 - ESERCIZIO FINANZIARIO –

1. L'esercizio finanziario ha inizio il l° gennaio e termina il 31 dicembre.

2. Il bilancio consuntivo predisposto dal Segretario Amministrativo, deve essere presentato per la l’approvazione, presso la sede amministrativa, al Collegio dei Revisori dei Conti almeno 45 giorni prima della data fissata per la Segreteria Nazionale che dovrà approvarlo e disporre la pubblicazione sulla "VIGILANZA IGIENICO SANITARIA" e/o sul sito web ufficiale dell’UNPISI per la più ampia diffusione e consulenza.

Il bilancio consuntivo, corredato con la relazione del Segretario Amministrativo e del Collegio dei Revisori dei Conti, dovrà pervenire a mezzo raccomandata con avviso di ricevimento e/o mediante posta elettronica (e-mail) o fax con avviso di ricezione a tutti i componenti della Segreteria Nazionale prima della sua riunione.

3. All'Assemblea Generale dei Soci, convocata per il rinnovo delle cariche sociali, deve essere sottoposta una relazione riassuntiva, sul mandato del triennio, corredata con le osservazioni del Segretario Amministrativo e del Collegio dei Revisori dei Conti da pubblicare, almeno quindici giorni prima della data fissata per l’Assemblea Generale, sul sito web ufficiale dell’UNPISI.

 

CAPO IV

Giornale periodico

 

Art. 29 – PERIODICO - RESPONSABILITA' –

1. L'unico Organo nazionale, di proprietà dell'UNPISI, che esprime il pensiero del personale rappresentato, iscritto all'Unione, è il giornale "VIGILANZA IGIENICO SANITARIA".

2. La Segreteria Nazionale detta le linee programmatiche e gli indirizzi politici diretti al raggiungimento delle finalità e degli scopi dell'associazione. A questi la Direzione del giornale dovrà fare costante riferimento.

La Segreteria Nazionale predispone un piano finanziario redazionale per la pubblicazione del giornale e stabilisce il prezzo degli abbonamenti "ordinari" e dei “sostenitori” del giornale e degli spazi pubblicitari, fissa il prezzo di favore delle pubblicazioni per determinati Enti e categorie di persone; delibera sull'invio gratuito ai soci, enti od altri.

3. Il Direttore è responsabile della rivista. Egli, nel quadro generale della programmazione e degli indirizzi politici stabiliti dalla Segreteria Nazionale, dirige, redige e cura la pubblicazione con l'autonomia derivategli dall'etica professionale e propone alla stessa Segreteria Nazionale i suoi collaboratori. A tal fine e, se lo ritiene, può formare un Ufficio di coordinamento e un Ufficio diffusione e propaganda.

4. Il Direttore, in caso voglia formare ed avvalersi dei suddetti Uffici, chiederà previo assenso - alla Segreteria Nazionale.

 

CAPO V

Sito internet

 

Art. 30 SITO WEB UFFICIALE

1)     L’UNPISI promuove la propria attività e quella degli associati tramite la rete internet; l’unico sito autorizzato e gestito dall’Unione è www.unpisi.it

2)     La Segreteria Nazionale, a uno dei propri soci, assegna la delega speciale per il coordinamento, l’organizzazione e la gestione del sito web a livello nazionale (webmaster);

3)     Le spese relative alla realizzazione e gestione del sito sono a carico della segreteria nazionale amministrativa;

4)     All’interno delle pagine web del sito vengono pubblicizzate le iniziative dell’UNPISI, vengono pubblicati gli atti interni e gli atti normativi di interesse dei soci, viene dato il giusto risalto alle aree di lavoro e alle sedi regionali;

5)     Attraverso il sito viene fornita assistenza professionale, tecnico-giuridica, in materia di questioni deontologiche e di diritti sindacali;

6)     Spetta al webmaster la valutazione circa l’utilità e la decisione di registrare ulteriori domini supplementari che dovrà poi gestire anche avvalendosi di collaboratori tecnici.

 

CAPO VI

Norme disciplinari

 

Art. 31 - INADEMPIENZE - INCOMPATIBILITA'

1. I componenti della Segreteria Nazionale, Consiglio Nazionale, Collegio dei Revisori dei Conti; Collegio dei Probiviri, Comitati Reg.li e Prov.li, dimissionari o che per altri motivi ingiustificati si assentano per due riunioni consecutive, sono dichiarati decaduti dalla carica e sostituiti dal primo dei non eletti.

2. I Dirigenti dell'Unione e gli iscritti che si rendano ripetutamente inadempienti alle norme previste dal presente statuto, agli incarichi ricevuti o assunti, nonostante i richiami loro rivolti o abbiano commesso atti incompatibili o attività lesive degli interessi e prestigio della Associazione o della categoria, saranno deferiti al Collegio dei Probiviri che provvederà a comunicare le relative decisioni alla Segreteria Nazionale ed ove la decisione può comportare la indegnità e la radiazione del socio al Consiglio Nazionale.

3. Nei casi in cui gli associati si trovino nelle condizioni di cui all’art. 25, comma 1, sono automaticamente decaduti da eventuali cariche ricoperte negli organi centrali e periferici dell’associazione.

 

 

 

 

 

 

CAPO VII

Disposizioni transitorie e finali

 

Art. 32 -RINVIO RIUNIONI DEGLI ORGANI STATUTARI

La mancanza comprovata di disponibilità finanziaria costituisce giusta causa di rinvio delle riunioni stabilite per ciascun organo dell’UNPISI., salvo che i soci che richiedono le riunioni sostengano le spese organizzative delle stesse.

 

Art. 33 - MODIFICHE ALLO STATUTO

Le eventuali modifiche al presente statuto devono essere deliberate dall’Assemblea Generale dei Soci con la presenza di almeno 11 Regioni con almeno il 25% dei loro iscritti ed il voto favorevole dei 2/3 (due terzi)dei presenti.

 

Art. 34 - SCIOGLIMENTO

Lo scioglimento dell'UNPISI è deliberata dalla Assemblea Generale dei Soci con il voto favorevole di almeno 3/4 (tre quarti) degli associati, la quale provvederà alla nomina di uno o più liquidatori e delibererà in ordine alla devoluzione del patrimonio.

L'Assemblea Generale provvede alla nomina dei liquidatori scegliendoli preferibilmente fra i soci e determina i loro poteri.

 

Art. 35 -Rinvio

Per tutto ciò che non sia espressamente contemplato o derogato dalle norme del presente STATUTO e REGOLAMENTO, valgono le disposizioni in materia stabilite dal Codice Civile.

 

 

 

 

 

Norme transitorie:

Il Segretario Generale assume la denominazione di Presidente; il Segretario Generale Aggiunto assume la denominazione di Vicepresidente ed entrambi  esercitano  i poteri e le  funzioni determinate dallo statuto e dal regolamento, come modificati.

L’attuale Presidente, fino al rinnovo delle cariche sociali, assume la denominazione di “Presidente Onorario” e svolge le seguenti funzioni:

a) Rappresenta l’Unione nelle manifestazioni ufficiali, nei convegni ed altre occasioni, nell’interesse dell’Unione;

b) Partecipa a tutte le riunioni degli Organi statutari con parere consultivo .

 

 

Entrata in vigore

Le modifiche allo statuto ed al regolamento entrano in vigore e diventano obbligatori alla pubblicazione sul sito web il giorno dopo.

Alla scadenza del mandato della segreteria nazionale, l’assemblea generale dei soci ratificherà le modifiche statutarie e di regolamento approvate dal consiglio nazionale.

 

 

 

 

REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO

DEGLI ORGANI STATUTARI DELL'UNPISI

 

Approvato dal Consiglio Nazionale

Saronno, 2.04.2004

 

 

CAPO I

NORME E PRINCIPI GENERALI

 

Art. 1 - NORMA GENERALE

1. Agli effetti del presente Regolamento, il termine "statuto" - senza ulteriori precisazioni - si intende riferito allo Statuto dell'U.N.P.I.S.I. (Unione Nazionale Personale Ispettivo Sanitario d'Italia) approvato dall'Assemblea Generale in Pugnochiuso di Vieste (FG) in data 12 settembre 1993 e depositato e registrato a Gioia del Colle in data 18 febbraio 1994 al n. 447.

 

Art. 2 - CONTENUTO

1. L'U.N.P.I.S.I., Associazione autonoma e apartitica, è retta e regolata dalla norme dello Statuto.

2. Il presente regolamento detta norme integrative e complementari a quelle contenute nello Statuto per il funzionamento degli Organi Statutari.

 

Art. 3 - EFFICACIA

1. Il presente  regolamento entra in vigore e diventa obbligatorio il 15° giorno successivo a quello dell'approvazione da parte del Consiglio Nazionale.

2. Ogni eventuale, successivo emendamento, modifica ed interazione diventa obbligatoria nel termine stabilito al precedente 1° comma.

3. Il presente regolamento ed ogni eventuale, successivo emendamento, modifica ed integrazione per una migliore e più puntuale diffusione, subito dopo l'approvazione, sarà pubblicato sul giornale "Vigilanza Igienico – Sanitaria" e sul sito Web ufficiale dell’UNPISI

4. Il Presidente dell'Adunanza del Consiglio Nazionale che approvato il regolamento ovvero le successive modifiche ed integrazioni, dispone e si accerta dell'avvenuta pubblicazione sul giornale, e sul sito ufficiale dell’UNPISI cosi come disposto al precedente comma salvo altro termine.

 

Art. 4 - STEMMA

1. Lo stemma, complesso delle figure e delle scritte così come indicate nell'art. 1 –punto 3- dello statuto, costituisce il contrassegno stabile ed ufficiale dell'UNPISI.

2. La forma, la dimensione ed i colori dello stemma sono specificati nell'allegato A) che costituisce parte integrante del presente regolamento.

 

Art. 5 – SOCI

1. Le cariche sociali sono ricoperte dai Tecnici della Prevenzione nell’Ambiente e nei Luoghi di Lavoro che risultano regolarmente iscritti all’UNPISI.

2.  I soci già Tecnici della Prevenzione nell’Ambiente e nei Luoghi di Lavoro non più operanti nelle strutture del S.S.N. ovvero altra struttura pubblica perché collocati a riposo a domanda, raggiunti limiti di età o di servizio hanno diritto di voto e possono ricoprire, salvo cause di ineleggibilità, cariche sociali.

3. Ad ogni socio viene rilasciata tessera associativa, comprovante l'adesione e al rinnovo all'UNPISI IL Segretario amministrativo invia al Segretario Regionale le tessere o i rinnovi relativi all’anno per la consegna al socio.

4. Il versamento per il rilascio della tessera associativa, per l'anno in corso, ai sensi dell'art. 3 punto 4 - dello statuto, quando riguarda il rinnovo dell'adesione all'UNPISI, viene effettuato d'iniziativa dal socio, di norma, entro il mese di aprile dell'anno in corso, o a mezzo c/c postale intestato all'UNPISI (Unione Nazionale Personale Ispettivo Sanitario d'Italia - Segreteria Amministri va) ovvero direttamente nelle mani del proprio Segretario Regionale o provinciale oppure suo Delegato.

5. Tutti coloro che aderiscono all'UNPISI accettano le norme statutarie in vigore e quelle del presente Regolamento e ne assumono gli obblighi relativi; consentono alla comunicazione dei dati personali ed alla loro diffusione, solo se strettamente pertinenti e necessari per il perseguimento delle finalità e degli scopi determinati e legittimi individuati nello statuto e nel presente Regolamento.

 

Art. 6 - SCOPI E FINALITÀ DELL'ASSOCIAZIONE

1. L'UNPISI deve tendere al conseguimento degli scopi previsti nell'art. 4 dello statuto, compatibilmente con la disponibilità delle risorse finanziarie.

2. Per le finalità indicate nel comma precedente; per avere un continuo aggiornamento e continuo confronto con gli associati: per migliorare le procedure, rendendole le più omogenee a livello Provinciale e Regionale; per creare una maggiore partecipazione attiva dei soci; per cogliere tutte problematiche professionali più sentite dalla categoria onde consentire all'UNPISI l'organizzazione di corsi, seminari giornate di studio, ecc. sono costituiti, all'interno delle Segreterie Regionali, Gruppi di Lavoro Specialistici (alimenti; ambiente; igiene e sicurezza sul lavoro; ispettorati micologici, igiene ed assistenza veterinaria, etc.)

3. Le riunioni provinciali, cui partecipano i gruppi di Lavoro Specialistici, sono organizzate dai Segretari Provinciali e Regionali per affrontare, discutere ed aggiungere, su: nuove normative; giurisprudenze di legittimità e di merito; procedure di P.G.; tecniche di campionamento, problematiche varie etc. con un calendario fisso annuale e comunicate, con ampio anticipo per iscritto, ai soci della rispettiva provincia.

4. I Segretari regionali trasmetteranno le risoluzioni adottate ovvero i quesiti emersi nel corso delle riunioni previste al Presidente per avere uniformità di indirizzo, uniformità procedurali in campo nazionale, nonché per i provvedimenti consequenziali da adottare.

 

CAPO II

ORGANI CENTRALI PERIFERICI

 

Art. 7 - DURATA IN CARICA DEGLI ORGANI SOCIALI

1. Gli Organi Sociali Centrali e Periferici durano in carica tre anni. I soci eletti alle cariche sociali sono rieleggibili.

2. I Consiglieri del Presidente UNPISI decadono dall'incarico per dimissioni e/o non rielezione del stesso Presidente che li ha nominati. L'incarico di Consigliere può essere revocato, in ogni tempo e senza motivo espresso, con atto deliberativo dello stesso Presidente UNPISI che ne aveva conferito l'incarico.

3. La Segreteria Nazionale, il Presidente ed i Segretari Regionali, constatata la scadenza del periodo di cui al precedente comma, adottano gli atti, secondo la competenza definita dalle norme statutarie, intesi a proclamare le Assemblee Generali, Regionali e Provinciali per il rinnovo delle cariche sociali.

4. Il Commissario Regionale designato ex art. 19 - punto 2 e 3 - dello statuto, se entro due mesi non riesce ad indire le elezioni a Segretario Regionale, deve darne urgente e tempestiva comunicazione al Presidente, fornendo anche suggerimenti a riguardo.

5. I Delegati Regionali e Provinciali, per il periodo in carica e per la rispettiva competenza, hanno diritto di esercitare tutte le finzioni spettanti per Statuto e per Regolamento ai Segretari Regionali e Provinciali.

6. I Segretari Nazionali che all'atto dell'Assemblea Generale dei Soci assommano anche le funzioni di Segretario regionale, Commissari o Delegati Regionali non potranno esercitare il diritto di voto previsto dall'art. 25 - punto 3 - dello Statuto.

 

Art. 8 - ASSEMBLEE GENERALI

1. La Segreteria Nazionale nel decidere la convocazione dell'Assemblea Generale dei Soci, ordinaria e/o straordinaria, esamina preliminarmente eventuali proposte dei soci circa la località per l'organizzazione di tali Assemblee.

2. La Segreteria Nazionale, nell'affidare - eventualmente - al gruppo di soci richiedenti l'organizzazione delle Assemblee Generali, determina anche, in relazione alle disponibilità finanziarie, il contributo economico da erogare, esclusivamente, al Comitato organizzatore per consentire ed incoraggiare la più ampia partecipazione dei soci mediante, appunto, la previsione di quote di partecipazione agevolati rispetto ai costi correnti.

 

Art. 9 - ASSEMBLEA GENERALE - ELEZIONI CARICHE SOCIALI

1. Il Presidente dell'assemblea, convocata per le elezioni delle cariche sociali, all'apertura dei lavori designa la Commissione elettorale ( presidente e  n. 2 scrutatori).

Il Presidente e i due scrutatori costituiscono la "Commissione Elettorale" e non sono eleggibili ad alcuna carica nell'Assemblea in cui svolgono tali funzioni.

La designazione dei componenti la Commissione Elettorale deve essere approvata dall'Assemblea.

La Commissione elettorale dovrà chiaramente ed inequivocabilmente individuare gli aventi diritto al voto: segretari regionali, singoli soci, delegati e deleganti. Se per esercitare tale lavoro la Commissione elettorale risultasse insufficiente l’Assemblea potrà nominare una sottocommissione.

2. Le liste dei Candidati alla Segreteria Nazionale, al Collegio dei Revisori dei Conti e al Collegio dei Probiviri debbono essere presentate all'atto di insediamento della Commissione Elettorale.

3. Ciascuna lista per la Segreteria Nazionale deve contenere un numero di candidati non inferiore a nove. Se viene presentata una sola lista risulteranno eletti i candidati della lista che avranno riportato un maggior numero di voti. Se vengono presentate due o più liste risulteranno eletti i candidati che avranno ottenuto il maggior numero di voti, anche se in liste diverse.

Se al momento di inizio delle operazioni elettorali, non viene presentata alcuna lista, la votazione avviene su schede in bianco. Risulteranno eletti i candidati che avranno ottenuto il maggior numero dei voti. E' ammessa la cancellazione dalla lista, a cura del socio votante, di uno o più candidati e l'aggiunta di altri nominativi purché corrispondenti a soci UNPISI che siano eleggibili ai sensi dell’art. 25 dello Statuto ed all’art. 5- comma 3 - del presente regolamento.

4 . Il voto è espresso a mezzo di schede timbrate e vistate dal Presidente della Commissione elettorale. Gli elettori  possono esprimere da una a nove preferenze. Le schede sono nulle se non riportano almeno una preferenza

5. Le liste sono presentate:

a) dalla Segreteria Nazionale uscente, con la sottoscrizione di almeno n. cinque segretari nazionali;

b) da almeno n. 9 (nove) soci. Le liste presentate da detti soci dovranno essere firmate dagli stessi con l'indicazione del rispettivo indirizzo e dal numero della tessera associativa.

Il Presidente UNPISI  uscente ha facoltà di presentare una propria lista per la elezione alla Segreteria Nazionale che sottoscrive.

6. Le norme che precedono si applicano anche per le elezioni dei Componenti il Collegio dei Revisori dei Conti e del Collegio dei probiviri con l'eccezione che le liste devono contenere un numero di candidati non inferiore a tre. Il voto viene espresso da una a tre preferenze.

Le schede sono nulle se non riportano almeno una preferenza.

7. La Commissione elettorale redige il verbale sulle operazioni di voto riportando i dati conclusivi dello spoglio delle schede. Il verbale, unitamente ai plichi contenenti le schede, viene consegnato al Presidente dell'Assemblea per la proclamazione degli eletti.

8. Nello svolgimento delle operazioni di scrutinio, premesso che deve sempre prevalere la volontà dell’elettore, saranno adottati i seguenti principi. Le schede, timbrate e vistate,  potranno essere predisposte in modo da valere un voto, 10 voti o multipli di 10. e distribuite all’elettore in relazione al numero di preferenze massime che può attribuire. La o le preferenze vanno espresse mediante  un qualsiasi segno o spunta  in corrispondenza del nominativo candidato. In caso di attribuzione del massimo delle preferenze ( nove per la Segreteria Nazionale e tre , rispettivamente per i revisori dei conti ed i probiviri) può essere votata la lista mediante qualsiasi segno  o spunta sulla scheda riportante la  lista. In caso di distribuzione di   schede, timbrate e vistate , in bianco, per mancata presentazione di liste, valgono i seguenti principi:

a)     la o le  preferenze vanno espresse mediante indicazione del   cognome del o  dei  candidati.;

b)     ove un candidato sia indicato con il cognome ortograficamente errato  e se il cognome  indicato non corrisponde ad altro iscritto , il voto verrà attribuito al candidato.

9. Il Presidente può disporre la sospensione  delle operazioni di scrutinio alle ore 23 e la ripresa alle ore 9 del giorno successivo.

 

Art. 10 - ASSEMBLEA GENERALE DEI SOCI - REGISTRO DELIBERAZIONI

1. Dalle adunanze dell'Assemblea Generale dei Soci, ordinarie e straordinarie, ai sensi dell'art. 6- punto 7 dello Statuto, si redige verbale firmato dal Presidente e dal segretario dell'Assemblea.

2. I verbali delle adunanze sono trascritti ovvero allegati nel registro delle Deliberazioni dell'Assemblea Generale dei Soci, in modo progressivo. Il predetto registro viene tenuto dal  Presidente dell'UNPISI .

3. Il Presidente dell'UNPISI dispone la pubblicazione, per estratto, di quanto deliberato dall'Assemblea Generale dei Soci sul giornale "Vigilanza Igienico- sanitaria" e sul sito Web ufficiale UNPISI

 

Art. 11 - CONSIGLIO NAZIONALE - REGISTRO DELIBERAZIONI

1. Delle riunioni del Consiglio Nazionale, ai sensi dell'ad. 8 - punto 9 - dello Statuto, si redige verbale firmato dal Presidente dell'Adunanza e dal Segretario.

2. I verbali delle riunioni sono trascritti ovvero allegati nel registro delle Deliberazioni del Consiglio Nazionale, in modo progressivo. Il predetto registro viene tenuto dal  Presidente dell'UNPISI.

3. Il Presidente dell'UNPISI dispone la pubblicazione, per estratto, di quanto deliberato dal Consiglio Nazionale sul giornale "Vigilanza Igienico – Sanitaria" e sito Web ufficiale Untisi.

 

Art. 12 - SEGRETERIA NAZIONALE - REGISTRO DELIBERAZIONI

1. Delle riunioni della Segreteria Nazionale, ai sensi dell'art. 11 - punto 13 – dello Statuto, si redige verbale, in forma riassuntiva,  firmato da tutti gli intervenuti. Se alcuno dei segretari nazionali non intende firmare se ne da atto, eventualmente, specificandone i motivi. In caso di impossibilità di sottoscrivere il verbale, contestualmente alla data di svolgimento della riunione, si provvederà alla prima adunanza utile.

2. I verbali delle riunioni sono trascritti ovvero allegati nel registro delle Deliberazioni della Segreteria Nazionale, in modo progressivo. Il predetto registro viene tenuto dal Presidente dell'UNPISI .

3. Il Presidente dispone la pubblicazione, per estratto, di quanto deliberato dalla Segreteria Nazionale sul giornale "Vigilanza Igienico – Sanitaria" e sito Web ufficiale dell’UNPISI.

 

Art. 13 - REGISTRI DELIBERAZIONI

1. I registri di cui ai precedenti art. 10, 11 e 12 sono debitamente numerati e vidimati dal Segretario Amministrativo UNPISI e consegnati al Presidente dell'UNPISI.

 

Art. 14 - RIUNIONI DELLA SEGRETERIA NAZIONALE

1. La Segreteria Nazionale, se indicato nell'ordine del giorno, in ogni momento ed a scrutinio segreto, può revocare gli incarichi conferiti ai sensi dell'art. 11 - punti 4, 5 e 6 - dello Statuto provvedendo, ove possibile, alle consequenziali sostituzioni.

2. I componenti del Collegio dei revisori dei conti e dei probiviri, i Segretari Regionali e le altre persone, espressamente invitati alle riunioni della Segreteria Nazionale, partecipano alla discussione senza avere diritto di voto.

3. Il principio di cui al comma precedente non si applica ai Componenti del collegio dei Revisori dei Conti, dei probiviri ed ai Segretari regionali allorché la segreteria Nazionale esercita i poteri del Consiglio Nazionale in caso di necessità ed urgenza ed allorquando ricorre la giusta causa di cui all'art. 31 dello statuto.

 

CAPO III

AMMINISTRAZIONE E PATRIMONIO

 

Art. 15 - GRATUITA' DEGLI UFFICI - RIMBORSO SPESA

1. Tutte le cariche elettive negli organi centrali e periferici dell'UNPISI sono gratuite. Le spese sostenute in conseguenza dell'espletamento dei predetti Uffici sono rimborsate, se regolarmente documentate.

2. Le spese sostenute dai titolari degli organi Centrali e quelle sostenute dai Consiglieri del Presidente, sono, se regolarmente documentate, rimborsate dal Segretario Amministrativo. In ordine ai tempi ed i modi di tali rimborsi delibera la Segreteria Nazionale nel corso della prima riunione.

3. Le spese sostenute dai componenti degli organi Periferici, se regolarmente documentate, sono rimborsate dal Segretario Regionale competente.

 

Art. 16 - RENDICONTI REGIONALI

1. I contributi associativi, costituiti dalla quota sociale, fanno parte integrante, per l'intera quota, del bilancio dell'UNPISI.

2. Il 30% (trenta percento) di ciascuna quota sociale, così come previsto dall'art. 21 - punto 1 - dello Statuto, viene trattenuto ovvero versato al segretario regionale in conto previsione delle spese da sostenere per il funzionamento degli Organi Periferici.

3. I Segretari regionali presentano il rendiconto che riassume le spese effettuate, nell'anno, con la documentazione comprovante le spese, entro e non oltre il 31 gennaio dell'anno successivo al segretario amministrativo. Il rendiconto presentato deve obbligatoriamente riportare l'assenso ovvero il dissenso del Comitato Regionale.

 

Art. 17 - PARTECIPAZIONE A CONVEGNI, CONGRESSI - RIMBORSO SPESE

1. La partecipazione a convegni, congressi seminari, giornate di studio etc. da parte dei segretari Nazionali ovvero dei consiglieri del Presidente, con rimborso delle spese a carico dell'UNPISI - Segreteria Amministrativa - deve avere il previo assenso da parte del Presidente. Il suddetto assenso, che può essere verbale, è concesso compatibile con le risorse finanziarie.

2. Il Segretario amministrativo informa, inderogabilmente e perentoriamente, a cadenza mensile, il Presidente sulla situazione degli iscritti e sulla situazione di cassa e delle disponibilità finanziane.

 

Art. 18 - PRELIEVI DI DENARO

1. Il Presidente  ed il Segretario Nazionale Amministrativo possono, a firma disgiunta prelevare un importo non superiore a euro 4.000, 00 (euro quattromila). Per prelievi di somme superiori a quella sopra indicata occorre la firma congiunta del Presidente e del Segretario Amministrativo.

Il Segretario Amministrativo dovrà trasmettere gli estratti conti bancari al Presidente.

 

Norme transitorie:

Il Segretario Generale assume la denominazione di Presidente; il Segretario Generale Aggiunto assume la denominazione di Vicepresidente ed entrambi  esercitano  i poteri e le  funzioni determinate dallo statuto e dal regolamento, come modificati.

L’attuale Presidente, fino al rinnovo delle cariche sociali, assume la denominazione di “Presidente Onorario” e svolge le seguenti funzioni:

a) Rappresenta l’Unione nelle manifestazioni ufficiali, nei convegni ed altre occasioni, nell’interesse dell’Unione;

b) Partecipa a tutte le riunioni degli Organi statutari con parere consultivo .

 

 

Entrata in vigore

Le modifiche allo statuto ed al regolamento entrano in vigore e diventano obbligatori alla pubblicazione sul sito web il giorno dopo.

Alla scadenza del mandato della segreteria nazionale, l’assemblea generale dei soci ratificherà le modifiche statutarie e di regolamento approvate dal consiglio nazionale.

 

 

Home page